Alberto Di Nardi svela alcuni segreti del romanzo “Il Corruttore”.

Cresce l’attesa per la presentazione del romanzo “Il Corruttore” di Alberto Di Nardi (Luigi Pellegrini Editore). L’autore, ex amministratore delegato della “Dhi Spa”, sta ricevendo in questi giorni numerose richieste per rilasciare interviste volte a svelare i segreti contenuti nelle pagine del libro che, nelle prossime ore, sarà disponibile in tutte le librerie del circuito “Messaggerie Libri”, che è il più importante distributore indipendente di prodotti editoriali in Italia.

Qualche passo del romanzo, che prende spunto dal diario scritto in carcere e durante la detenzione domiciliare dopo l’arresto avvenuto il 7 marzo 2016 e che si pone come una sorta di pubblica denuncia di un corruttore reo confesso, è stato anticipato alla redazione giornalistica di CasertaNews che ha realizzato una corposa intervista video firmata dal direttore Giuseppe Perrotta.

“L’arresto mi ha liberato. I politici sono gli intermediari dei dirigenti per gli appalti”: ha confessato Alberto Di Nardi ai microfoni di CasertaNews che ha tracciato un profilo dell’autore come “l’uomo che ha fatto ‘saltare il banco’ degli accordi corruttivi in diversi comuni della provincia di Caserta, iniziando a collaborare con la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per svelare tutti gli intrecci e le ‘tangenti’ pagate per ottenere appalti senza il rischio della gara”.

Il passaggio dalla camorra criminale alla camorra “istituzionalizzata”, il coinvolgimento dei funzionari comunali oltre che dei politici e la “prima volta” di un accordo illegale: questo e tanto altro nell’intervista video che potete ascoltare cliccando QUI.